Blog di informazione e approfondimento

Come effettuare lo smaltimento dell’amianto correttamente

Se hai bisogno di rimuovere il tetto di un capannone in amianto o smaltire qualsiasi altra costruzione in cemento amianto rivolgiti alla Vivarelli Costruzioni. L’azienda Vivarelli Costruzioni si occupa della rimozione e bonifica amianto a Pistoia e su tutto il suo territorio provinciale, nella provincia di Bologna e su tutto il territorio dell’Appennino Tosco-Emiliano con elevata professionalità offrendo alla sua clientela prezzi di mercato altamente concorrenziali.
Lo smaltimento dell’amianto deve essere fatto necessariamente seguendo regole ben precise dettate da apposite norme di legge per evitare che gli addetti ai lavori e gli abitanti della zona circostante possano avere serie ripercussioni sulla loro salute.L’amianto, noto anche col nome di asbesto, è un minerale che si trova in natura formato da silicati aventi una struttura fibrosa cristallina. È caratterizzato da una bassa conducibilità termica e da una buona resistenza all’attacco degli agenti chimici. Per questa ragione fino a qualche anno fa veniva mischiato assieme al cemento per ottenere un materiale dalle ottime prestazioni isolanti e coibentanti. Il cemento amianto è stato brevettato col nome di Eternit.
Col passare degli anni è venuta alla luce la sua estrema pericolosità per la salute. Infatti le fibre dell’amianto sono molto leggere e sottili e possono entrare attraverso i polmoni nel corpo creando tumori maligni molto difficili da curare come ad esempio il mesotelioma pleurico.
Per questa ragione dal 1992 lo stato Italiano vieta la sua produzione, importazione e commercializzazione e chi ha dei manufatti in Eternit è tenuto a farli controllare per verificare se ci siano o meno i presupposti per la loro rimozione.
Lo smaltimento dell’amianto viene eseguito per tappe successive. Per prima cosa un incaricato dell’azienda alla quale ti sei rivolto effettuerà un attento sopralluogo per verificare lo stato dell’Eternit da rimuovere, le condizioni ambientali e l’accessibilità al luogo dell’intervento. A sopralluogo terminato si occuperà di redigere un piano di smaltimento fatto su misura seguendo le attuali normative vigenti in materia e comunicherà all’Asl di competenza quanto rilevato.
L’area di intervento verrà poi delimitata da speciale segnaletica atta a tenere lontano tutte le persone per tutelare la loro incolumità fisica.
La ditta incaricata provvederà a portare in loco tutti i macchinari per la decontaminazione di cui ha bisogno per procedere con lo smantellamento. Gli operai specializzati abbigliati con tute integrali incapsuleranno i vari manufatti pericolosi rivestendoli con sostanze a spruzzo che impediscono alle fibre di amianto di volatilizzarsi dopodiché ogni singolo elemento dovrà essere accuratamente imballato e caricato su di un camion.
Il camion trasporterà quanto ricevuto in una discarica autorizzata per lo smaltimento amianto e provvederà a distruggere i rifiuti altamente pericolosi.
Questo tipo di interventi richiedono molte ore di lavoro e un elevato livello di attenzione da parte degli operatori affinché tutto si svolga per il meglio senza alcun rischio per la salute.
Proprio per questa ragione è indispensabile rivolgersi a una ditta specializzata nel settore che possa offrirti la massima competenza come ad esempio la Vivarelli Costruzioni.

Servizio redazione articoli
Richiedi Preventivo Article Marketing
Seguici su facebook
Categorie