Blog di informazione e approfondimento

Smaltimento, bonifica e rimozione amianto Bologna

Manutenzione tetti dopo smaltimento amiantoSono passati ormai 26 anni da quando, con la legge 257, il nostro Paese decise di proibire la produzione e la commercializzazione di qualsiasi manufatto contenente amianto. Nonostante il tanto tempo passato, i problemi legati a questo tipo di materiale sono quanto mai attuali. La pericolosità è talmente elevata che tutto il territorio nazionale è stato mappato, evidenziando i siti da bonificare dall’amianto o tenere sotto stretta osservazione.

Uno degli utilizzi più conosciuti di questo minerale è nella produzione di materiali in fibrocemento come l’Eternit: le famose lastre impiegate, per un lungo periodo in edilizia, nella costruzione delle coperture sia di capannoni industriali che di abitazioni. La pericolosità dell’amianto è stata accertata e stabilita da moltissimo tempo e sappiamo con esattezza i gravissimi problemi che può causare alla saluta; la sua pericolosità però si manifesta solo in determinate condizioni che dipendono essenzialmente dallo stato di conservazione dei manufatti. Il degrado dovuto all’usura del tempo, porta ad un deterioramento a livello superficiale con un aumento delle friabilità; la conseguenza è la formazione di polveri che se respirate, diventano estremamente pericolose per la salute.

La legge italiana non obbliga sempre allo smaltimento dell’amianto. Prendiamo l’esempio di un tetto realizzato in Eternit. Se le lastre sono in ottimo stato, il proprietario non è tenuto alla bonifica ma deve comunque realizzare un programma per la pianificazione della manutenzione; questo è assolutamente indispensabile per tener costantemente sotto controllo lo stato del materiale. Solo in caso di degrado è necessario effettuare una comunicazione all’Asl e successivamente provvedere allo smaltimento. La legge prevede anche una soglia minima di 900 kg, entro cui un cittadino può provvedere a movimentare il fibrocemento senza affidarsi ad imprese specializzate.

Quando si parla di amianto il fai da te, anche per quantità permesse dalla legge, è assolutamente una pratica sconsigliata. La soluzione migliore è affidarsi a società autorizzate ad effettuare lo smaltimento di tali materiali. Vista la natura altamente pericolosa del fibrocemento, soprattutto quando viene movimentato, è inutile prendersi dei rischi solo per risparmiare qualche soldo.

Uno degli interventi più richiesti è la bonifica di tetti realizzati in Eternit. In questi casi è possibile intervenire con due diverse soluzioni: definitiva o messa in sicurezza. Nel primo caso si provvede a rimuovere e smaltire tutti i pannelli, mentre nel secondo si effettua un incapsulamento. È un metodo in cui è necessario trattare le lastre con particolari vernici per rendere la superficie più compatta e rivestirle poi con materiale plastico. Operazioni che servono per mettere in sicurezza l’Eternit ed evitare future dispersioni di polveri. È bene ricordare che l’amianto non si trova solo nelle coperture e nelle tegole, ma anche nel rivestimento di camini o canne fumarie, nelle tubazioni e serbatoi idrici.

Tutte le opere di bonifica e smaltimento dell’amianto hanno dei costi che a volte possono essere anche molto onerosi. L’esborso dipende da diversi fattori: la quantità del materiale da dovere rimuovere, la posizione più o meno difficoltosa e le condizioni in cui si trova. È fondamentale poter richiedere un preventivo per avere un’idea precisa della spesa da dover sostenere.

Oggi grazie ad internet trovare una società specializzata nella rimozione e smaltimento dell’amianto non è difficile. Tutte le principali aziende hanno il loro sito come vivarellicostruzioni.it che opera da anni nel settore dell’edilizia specializzandosi successivamente nella bonifica dell’amianto. Le zone di competenza sono i territori di Bologna, Pistoia e provincie. Un’azienda che mette a disposizione mezzi e uno staff altamente professionale per poter effettuare interventi sia presso siti industriali, che in stabili ad uso abitativo. Compiere la bonifica e lo smaltimento dell’amianto sono opere importati per tutelare la salute e l’ambiente; è altrettanto importante rivolgersi a chi realizzerà il lavoro garantendo un risultato soddisfacente e nel rispetto di tutte le severe norme di sicurezza.

Vivarelli Costruzioni srl
Uffici: via Burione, 10 – 40045 Ponte della Venturina (BO) – Tel./Fax 0534.60080
Magazzino edile: Via Castellina, 11 – 40045 Ponte della Venturina (BO) – Tel. 0534.60094

Servizio redazione articoli
Richiedi Preventivo Article Marketing
Seguici su facebook
Categorie